La regina dei malanni invernali: la febbre reumatica

La febbre reumatica è un processo infiammatorio generalizzato, che colpisce vari distretti anatomici del corpo. Le sedi più colpite sono le grandi articolazioni, il sistema nervoso, la cute e il cuore.

Il disturbo ha un’origine alquanto strana: per un’infezione batterica portata dallo streptococco del gruppo A, il sistema immunitario inizia a funzionare in maniera errata e ad agire contro l’organismo che di solito difende.

Da questo nascono vari sintomi, tra cui dolore e gonfiore articolare, febbre, mal di gola, problemi cardiaci ecc. È importante che diagnosi e terapia siano fatte in modo tempestivo. La cura prevede l’alleviare la sintomatologia e prevenire l’insorgenza di altre infezioni.

La febbre reumatica è una malattia infiammatoria, che rappresenta una complicazione di infezioni da streptococco del gruppo A.

La guarigione dalla febbre reumatica può avvenire anche senza cure ma in questo caso c’è un rischio alto che la malattia lasci dei danni permanenti sulla persona.

Il batterio coinvolto nell’insorgenza della febbre reumatica è lo streptococco del gruppo A che porta scarlattina e faringite. La febbre reumatica è dunque considerata una complicazione di queste malattie.

Nei paesi industrializzati come il nostro, la febbre reumatica è molto rara. Si ammala infatti una persona ogni 100.000 abitanti. È molto più diffusa nei paesi sovraffollati e carenti dal punto di vista igienico-sanitario, come alcune regioni dell’Africa, del Medio Oriente e del Sud America. Ogni anno in tutto il mondo i casi di febbre reumatica non raggiungono il mezzo milione.
Le persone più colpite sono, in ugual misura maschi e femmine di età compresa tra i 5 e i 15 anni. Negli adulti la febbre reumatica è molto rara.

Un tempo si pensava che la causa della febbre reumatica fosse solo lo streptococco del gruppo A della faringite o della scarlattina. Oggi, invece, ci si è convinti che a determinare l’infiammazione è un malfunzionamento del sistema immunitario.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *