Diagnosi

Al fine di trattare efficacemente l’anorgasmia, è importante identificare la causa. Un esame dello stato mentale può essere eseguita su donne sospettate di soffrire di anorgasmia primaria, che presentino uno stato d’animo mite, ansioso o depresso. In tal caso, il medico ha bisogno di chiarire il rapporto temporale tra i problemi sessuali e cambiamenti di umore, poiché l’anorgasmia può essere sia una causa che una manifestazione di ansia o depressione. La consulenza psicosessuale è raccomandata per le donne che soffrono di traumi sessuali psicologici o inibizione. Ciò può essere ottenuto con una semplice visita da un medico di famiglia.

Blood tests

Le donne che soffrono di anorgasmia che ancora non mostrano alcuna causa psicologica evidente dovrnno essere esaminate dal loro medico per verificare la presenza della malattia. Esami del sangue possono essere utili, compresi emocromo completo, estradiolo, funzionalità epatica, testosterone totale, FSH / LH, SHBG, funzione tiroidea, prolattina, lipidi e glicemia a digiuno. Ciò è necessario per controllare altre condizioni sottostanti possibili come il diabete, non ovulazione, squilibri ormonali e bassa funzionalità tiroidea. Successivamente, la donna può essere indirizzata ad uno specialista in medicina sessuale che controllerà i risultati delle analisi del sangue per la funzione della tiroide, il diabete, i livelli ormonali, la sensazione genitale, valutazione dei flussi di sangue nei genitali, oltre a fornire un work-up neurologico per determinare il grado di danni ai nervi se presente.

L’attività di laboratorio dovrebbe includere i livelli di glucosio nel sangue, un pannello di chimica che comprende i livelli di calcio che escluderono interazioni elettrolitiche, così come un pannello ormonale tra cui gli estrogeni, androgeni, testosterone, tiroide e livelli di ormoni prolattina. Al fine di escludere una neuropatia periferica, anche il valore del sangue completo e B12 e livelli di folato dovranno essere controllati. Un ufficio di assistenza primaria è in grado di eseguire la maggior parte di questi test. Tuttavia, quelli più specializzati come pH vaginale e la valutazione della funzione vascolare locale attraverso l’uso di fotoplesmografia e la clearance termica della vagina richiederanno il rivolgersi ad uno specialista. Una conta CBC e pannello ematochimici compresi BUN, elettroliti, glucosio, creatinina e la funzionalità epatica sono raccomandati come questo potrebbe confermare un sospetto clinico di un problema strutturale sottostante come il fegato o malattia renale, neoplasie, malattia infiammatoria o carenza addirittura nutrienti.

Un pannello ormonale informativo comporta un test della tiroide per T4 che libera un ormone stimolante la tiroide, al fine di escludere ipo o ipertiroidismo; l’estradiolo si esclude diminuzione dei livelli di estrogeni; follicolo-stimolante e LH; così come la prolattina, che escludono l’iperprolattinemia. Ulteriori test di laboratorio possono essere effettuate per stabilire un profilo lipidico nei pazienti a rischio di malattie cardiovascolari o metaboliche, così come l’analisi delle urine per la glicosuria e l’infezione.

Storia medica e sessuale

Medical history

Una valutazione medica tipica l’per anorgasmia comporterà una storia medica completa. Il medico può anche domandare la storia sessuale, la storia chirurgica e presente relazione. Non bisogna essere imbarazzati e rifuggire dal rispondere candidamente, perché queste domande sono state progettate per offrire indizi utili a capire la causa dei propri problemi. Al fine di comprendere il contesto e i dettagli della disfunzione sessuale nelle donne, così come escludere altre condizioni mediche di base, è necessaria una storia medica completa. Ciò includerà una storia di malattie sia acute che croniche, tra cui le condizioni psichiatriche come la depressione e l’ansia. Questa storia sarà anche l’assunzione di farmaci per l’anorgasmia – passati e presenti, integratori e farmaci da banco utilizzati. Il medico dovrà disporre anche di una storia in dettaglio tutti i modelli di abuso di sostanze come alcol, nicotina e droghe illecite.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti non divulgheranno volontariamente i loro dati sessuali intimi o reclami, anche quando le preoccupazioni sessuali sono ciò che li ha portati a cercare aiuto per cominciare. Spetta quindi al medico fare domande sulla storia sessuale in modo da raccogliere le informazioni che sono necessarie per un trattamento efficace. Nella maggior parte dei casi, i medici spiegano la ragione dietro la richiesta di stabilire i dettagli intimi riguardanti la propria vita sessuale. Questo perché altrimenti potrebbe essere motivo di allarme, perché il medico capisce e simpatizza con la vostra riluttanza a discutere di tali questioni personali. Dopo questa introduzione, il medico chiederà domande aperte generali riguardanti il ​​vostro livello generale di interesse sessuale e la soddisfazione, mentre a poco a poco introdurrà l’argomento dei vostri problemi sessuali. Un buon medico si sforzerà di sviluppare un buon rapporto con i loro pazienti prima di progredire verso richieste più specifiche, le domande intime come i dettagli di attività sessuale, preferenze sessuali, stato dell’impegno, la frequenza, il numero di partner, e la qualità delle prestazioni sessuali per la coppia, nonché il rischio o fattori protettivi per disfunzioni sessuali come anorgasmia.

La diagnosi di anorgasmia è basata sui seguenti 3 criteri:

  • La capacità della donna a raggiungere l’orgasmo è meno di ciò che è ragionevole per la sua età, adeguatezza della stimolazione sessuale e l’esperienza sessuale. I sintomi principali della anorgasmia sono l’incapacità di provare l’orgasmo o lunghi ritardi nel raggiungere l’orgasmo. La diagnosi di anorgasmia è soggettiva e dipende in gran parte le emozioni, pensieri e desideri dell’individuo sperimentandola.;
  • La condizione ha provocato notevole disagio o difficoltà nei suoi rapporti interpersonali;
  • La condizione non è il risultato di un’altra malattia o dovuti agli effetti fisiologici di sostanze come alcol, droghe o farmaci.

Diagnosis of anorgasmia

È probabile che il medico dovrà anche condurre un esame fisico generale per cercare cause fisiche di anorgasmia, in particolare una condizione medica di base. Essi possono anche esaminare la vostra zona genitale per stabilire se c’è una ragione anatomica o fisica evidente per il mancato orgasmo. Quando si controlla per anorgasmia, la donna dovrà subire un esame fisico generale che comporta un’attenta pelvici, esami cardiaci e neurologici per eliminare eventuali cause di disfunzione sessuale.

I diversi tipi di anorgasmia sono i seguenti:

Anorgasmia primaria: Questa è una condizione in cui una donna non ha mai sperimentato un orgasmo in qualsiasi punto della sua vita. Queste donne possono talvolta godere di un livello relativamente basso di eccitazione sessuale. La congestione vascolare può causare frustrazione, irrequietezza, dolore pelvico o pesante sensazione pelvica. Questa condizione si crede che derivi principalmente dalla repressione sessuale nella donna. Pertanto, è comune per il trattamento dell’anorgasmia primaria l’affrontare i fattori psicologici che possono ostacolare la capacità della donna di godere pienamente l’attività sessuale.

Anorgasmia secondaria: Questa condizione è presente nelle donne che hanno già avuto orgasmi costantemente, ma ora hanno difficoltà a raggiungere l’orgasmo. Questa perdita della capacità di raggiungere l’orgasmo può essere a causa di depressione, alcolismo, chirurgia pelvica, dolore, lesioni, malattie, farmaci, menopausa o stupro.

anorgasmia

Anorgasmia situazionale: Questa condizione si verifica nelle donne che hanno un orgasmo solo in determinate situazioni e da un tipo di stimolazione, ma non da qualsiasi altra come ad esempio durante la masturbazione o il sesso orale. L’anorgasmia situazionale è comune durante il rapporto pene-vagina. Questo perché la maggior parte delle donne prova l’orgasmo dalla stimolazione del clitoride, ma mai nella posizione con l’uomo sopra. Altre donne raggiungono l’orgasmo con un partner, ma non un altro o solo con una certa quantità di preliminari. Queste variazioni sono comuni e quindi non dovrebbe essere un motivo di allarme mentre cadono ben all’interno della definizione di espressione sessuale normale. Alcune donne non possono mai raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale, ma possono godere di vita sessuale attiva, pienamente soddisfacente per raggiungere l’orgasmo in altri modi, come avendo un partner che stimoli manualmente il loro clitoride. Questo non dovrebbe essere una causa di depressione, sentimenti di inadeguatezza o la mancanza di adempimento poiché gli studi dimostrano che 17-40% delle donne adulte sperimenta problemi a raggiungere l’orgasmo. L’anorgasmia situazionale è comunemente trattata incoraggiando la donna a scoprire da sola o con il suo partner i fattori che possono influire sulle sua capacità avere orgasmi. Questi possono includere problemi emotivi, stanchezza, sensazione di pressioni per avere rapporti sessuali quando lei non è in vena, o disfunzione sessuale nel suo partner. Inoltre, si raccomanda che durante il rapporto della coppia ci sia stimolazione manuale o tramite l’uso di un vibratore, nonché provare la posizione con la donna sopra, che permette una maggiore stimolazione clitoridea dal pene o sinfisi pubica o entrambi, consentendo allo stesso tempo alla donna di controllare il movimento.

Anorgasmia generale: Questa è l’incapacità di raggiungere l’orgasmo in qualsiasi situazione o con qualsiasi partner.

Anorgasmia occasionale: Alcuni individui sono orgasmici, anche se non abbastanza frequentemente per soddisfare le loro esigenze. Con la terapia, tali individui sono in grado di esplorare e ristrutturare le loro aspettative di coito e l’attività sessuale in generale. La terapia è importante per aiutare queste persone a metterle più a proprio agio con il controllo delle loro risposte corporee momentanee.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *