Per le letture della pressione sanguigna, come per la maggior parte delle misurazioni relative alla salute, la parola “normale”non ha un significato unico applicabile con tutti. Tuttavia, la media della pressione sanguigna per un giovane adulto in buona forma fisica va da 115-120 su 75-80. I neonati hanno una pressione sistolica fra 20 e 60 e questo valore aumenta progressivamente con la crescita. Una pressione sanguigna normale dipende da diversi fattori, come la forza della pompa cardiaca, l’elasticità delle pareti delle arterie e la quantità e consistenza di sangue. Altri fattori che possono influenzare la pressione sanguigna sono la digestione, il fumo, il peso e l’emozioni.

I pericoli della pressione sanguigna alta

La pressione sanguigna molto alta, può causare colpi apoplettici o attacchi di cuore. Persino delle leggere punte di pressione alta, se sono croniche, possono creare dei problemi. Una delle possibili conseguenze è l’aneurisma, che si verifica quando un punto debole della parete di un’arteria si dilata, e che in casi estremi può essere una minaccia per la vita. Altri disturbi legati all’ipertensione arteriosa possono riguardare: il capo (vertigini, cefalea, mosche volanti davanti gli occhi), gli arti superiori e inferiori (formicolio e insensibilità), i visceri addominali (crisi di dolore dovute a cattiva irrorazione sanguigna) o altre condizioni come emorroidi, ragadi e vene varicose.

Cosa succede se la pressione si abbassa troppo

Una pressione sanguigna più bassa della media, è raramente causa di preoccupazione, procura pochi problemi eccetto, forse, episodi transitori di giramento di testa o di debolezza. Un caso raro chiamato “ipotensione ortostatica” si può manifestare quando ci si alza di scatto, ma in alcuni secondi, tuttavia, la completa stabilità è recuperata. Gli individui magri e alti tendono a essere ipotesi, perchè è più probabile che la pressione esercitata dalla pompa cardiaca diminuisca di più quando il sangue raggiunge la testa di una persona alta che nel caso dell’individuo di bassa statura. Le persone alte perciò, hanno anche una maggiore tendenza a svenire.